Sette giorni in barca a vela nelle isole Eolie

Naviga con noi verso le bellissime Isole Eolie note per le loro incomparabili bellezze costiere e subacquee e per i fondali tra i più ricchi di specie marine di tutto il Mediterraneo.
Le sette sorelle, così vengono anche chiamate le isole Eolie. Sette isole di origine vulcanica, l’una diversa dall’altra nei paesaggi e nel carattere, l’ambiente ideale per passare una settimana in barca a vela all’insegna del relax e della spensieratezza.
Il nostro tour comincia da  Milazzo  , dove  dalle 18:00 del sabato,  i nostri ospiti potranno imbarcarsi presso il pontile “Marina di Poseidon”
Dopo l’assegnazione delle cabine e dopo il briefing con lo Skipper, tutti al supermercato a fare cambusa! Il primo momento da condividere con gli altri membri dell’equipaggio, ottima occasione per cominciare a conoscersi.
La sera, cena in un tipico ristorante e passeggiata per le vie del centro di Milazzo, animate da diversi locali all’aperto con musica dal vivo.
La mattina si mollano gli ormeggi, 
magari dopo aver fatto un salto in pescheria a comprare dell’ottimo pesce fresco.
Non appena si prende il largo, ci si sente pervasi di un nuovo senso di libertà che vi accompagnerà per il resto della settimana, quella libertà che solo la barca a vela e il suo intimo rapporto col mare sanno dare.
Domenica dirigiamo subito verso Lipari  alle cave di Pomice  per un primo bagno.Qui l’acqua, cristallina e trasparente, ha i colori intensi dello zaffiro. Quale miglior modo di cominciare la nostra vacanza?
Proseguiremo alla volta di Panarea, la più chic delle sette sorelle,
circa 9 miglia di navigazione, che se Eolo ci sarà favorevole effettueremo a vela, accompagnati dal suono del vento e dell’acqua che si infrange contro lo scafo.


La prima sosta la effettueremo a  Cala Junco,riserva naturale e splendida cornice per un bagno rilassante rilassante.
Nel pomeriggio, se la brezza del maestrale lo consentirà si potrà veleggiare ancora, magari circumnavigando l’isola, per poi fermarsi, ormai vicini al tramonto, nei pressi di Dattilo, di fronte al paese. Il calar del sole ci permetterà di assistere ad uno spettacolo mozzafiato: la luce calda del tramonto illumina gli isolotti antistanti Panarea (Dattilo, Lisca bianca, Bottaro, Basiluzzo) e i suoi colori si mischiano al giallo dello zolfo e al rosso scuro del ferro che caratterizzano le loro rocce, generando uno spettacolo di luci senza eguali. E adesso tutti a terra a passeggiare per le vie del paese, per poi ritrovarsi tutti insieme per un aperitivo al  Sushi Bar.
Chi vorrà potrà trascorrere la notte nella discoteca più famosa delle Eolie,  il Raya, in alternativa, trascorreremo la nottata a Baia Milazzese, più riparata e tranquilla.


Il lunedì  mattina sarà la volta di Basiluzzo,che con i suoi basalti offre una cornice stupenda per un bagno e per momenti di relax.
Successivamente ci si muoverà alla volta di “Iddu”, uno dei vulcani più attivi di Europa,  Stromboli,un’isola dal fascino particolare, dove è possibile percepire il respiro della terra, per via delle esplosioni che caratterizzano l’attività di questo vulcano.


Dopo 10 miglia di navigazione ci troveremo in rada ai piedi di S. Vincenzo, località molto caratteristica dove è possibile ammirare l’antico stile Eoliano.  Nel pomeriggio sarà possibile scendere a terra per visitare il paese.
Ci troveremo tutti insieme all’Ingrid Bar per un aperitivo  su una terrazza con una splendida vista sul mare e su Strombolicchio, isolotto innanzi a Stromboli sul quale si erge un faro.
La serata proseguirà in barca, cena, e poi via ad ammirare lo spettacolo della “Sciara del fuoco”, il lato dell’isola dal quale è possibile osservare le esplosioni del vulcano, uno spettacolo mozzafiato da vivere in prima persona… non ci sono parole, infatti, per descrivere quello che si può provare di fronte a tale manifestazione della natura.


Il martedì sarà dedicato a Salina,  l’isola più grande, dopo Lipari, dell’arcipelago Eoliano.
La mattina dirigeremo su  Pollara, baia a Nord Ovest di Salina, caratterizzata da una costa alta e a strapiombo sul mare. In questi luoghi suggestivi, Troisi scelse di girare numerose scene de “Il postino”. Nelle sue vicinanze è possibile ammirare anche uno splendido arco naturale. Sosteremo qui per il resto della mattinata e dopo un bagno, prepareremo un ottimo pranzo.
Ristorati dal relax post-pranzo, ci muoveremo verso Lingua: mezz’oretta di navigazione e potrete assaggiare una delle granite più buone delle Eolie, quella di “Alfredo”. Vi consigliamo di scegliere l’accoppiata fichi e gelsi, magari accompagnata da panna e brioche. Da leccarsi i baffi! Carichi di nuove energie, chi avrà voglia di sgranchire le gambe potrà farsi una passeggiata sino al paese di Santa Marina. Per la cena si potrà scegliere se tornare a Lingua per gustare il  “pane cunsatu”o sarà possibile cenare in uno dei ristoranti tipici di Santa Marina, dove è anche possibile continuare la serata in uno dei locali del paese.


Il mercoledì mattina navigheremo alla volta di Filicudi,  se saremo fortunati potremo incontrare un branco di  delfinio, perchè no, qualche  tartaruga marina. Non sono rari, infatti, incontri di questo genere e sono anche questi degli eventi molto emozionanti che ci portano ad un contatto con la natura che ormai non è da tutti i giorni.
Ci fermeremo dalle parti di Capo Graziano per godere a pieno del fascino dell’isola. Il pomeriggio ci sposteremo a  Pecorini aMare, un borgo di pescatori molto pittoresco. Il tempo di un bagno di fronte al paese e poi a terra, per una birra in riva al mare al  Saloon, magari stuzzicando qualche specialità casereccia che le signore del posto vendono in una improvvisata ma divertente “rosticceria all’aperto”. Se fortunati, il nostro arrivo potrebbe coincidere con la sosta di alcuni pescherecci. In questo caso sarà possibile comprare dell’ottimo pesce spada per la cena in barca. In alternativa è possibile cenare nell’unico ristorante del borgo: “La Sirena”.
Il giovedì mattina resteremo a Filicudi,  ma ci sposteremo nei pressi della  Canna, un faraglione di origine vulcanica che si erge dalle acque a diverse centinaia di metri dalla costa.
Qui è possibile stare in rada e godere della meravigliosa acqua color smeraldo. Sarà sicuramente uno dei bagni che più vi resterà impresso!
Nel primo pomeriggio veleggeremo sino ad arrivare nei pressi dei faraglioni di Lipari.
Anche qui la costa è alta e a strapiombo sul mare ed è un ottimo posto per ammirare il tramonto. Sfrutteremo le ultime luci del giorno per spostarci a Vulcano, nella baia di Ponente.Qui scenderemo a terrà per un aperitivo danzante sulle Spiagge Nere e una passeggiata in paese.
Il venerdì mattina ci sposteremo sul lato ovest di Vulcano.


Una delle tappe più usuali è quella nei pressi della Grotta del Cavallo e delle  piscine di Venere. Qui la costa è molto variegata e ricca di colorazioni rossastre tipiche dell’Isola di Vulcano.
Prima di rientrare in porto a Lipari avremo il tempo di un ultimo bagno presso la spiaggia di Vinci. Da qui potremo ammirare il cratere di Vulcano, con le sue fumarole e il suo giallo intenso dovuto alle grandi concentrazioni di rocce sulfuree.
Ore 15:00, è tempo di rientrare a Milazzo, prima che il benzinaio chiuda! Ormeggeremo nuovamente al Marina di Poseidon e trascorreremo un’ultima serata insieme.
Ultima notte in barca, il sabato mattina lo sbarco è previsto per le ore 9:00.